Tekken 7: la saga pluridecennale ritorna

La serie Tekken ha una lunga reputazione negli arcade, ma per molti giocatori sono stati i porting su console che hanno lasciato un’impressione duratura. Queste versioni hanno spesso introdotto campagne di storia drammatica offbeat, oltre ad aggiunte più estese come bellissimi picchiatutti o background più sportivi. E negli ultimi anni, l’obiettivo di sbloccare e personalizzare gli abiti per il grande cast del gioco ha arrotondato l’obiettivo più gratificante di tutti: migliorare. Tekken 7 mantiene la maggior parte di queste tradizioni e ancora una volta fornisce la serrata e dura azione per cui la serie è conosciuta. Il gioco ha alcuni problemi di stabilità del server all’avvio, ma è comunque un grande sequel che afferma con fiducia la sua posizione tra i migliori giochi di combattimento oggi. Così dopo qualche mese di attesa e il trailer annunciato sul sito Open Data Day, eccolo qui.

Simile ad altri combattenti 3D come Dead or Alive e Virtua Fighter, Tekken 7 si concentra sull’utilizzo dello spazio e del movimento laterale durante il combattimento. In generale questo è un gioco di centimetri; La maggior parte dei combattenti pugno, calcia e si aggrappa gli uni agli altri e c’è un piccolo margine di errore. Un momento di indecisione o un movimento disordinato contro un giocatore più qualificato può portare a una serie di colpi di pummeling e una sconfitta veloce, a causa delle lunghe stringhe di combo del gioco. Anche se Tekken 7 può sembrare frustrante, il suo sistema di combattimento non è così difficile da imparare. Con uno schema di controllo intuitivo che assegna un pulsante a ogni arto, puoi imparare ad attaccare e ritirarti, passo dopo passo. Il trucco a lungo termine sta nel memorizzare il movimento del tuo personaggio preferito per affinare i tuoi riflessi e diversificare le tue tattiche.

La più grande denuncia che si può lanciare a Tekken 7 è che non fa un buon lavoro nello spiegare le complicazioni della sua meccanica, per non parlare di come si dovrebbe avvicinarsi all’apprendimento del tuo carattere di scelta. Gli elenchi di spostamento per ogni carattere sono spesso di circa 100 voci, che servono come un mix di attacchi speciali e combo singoli. Salva per alcune icone – che rappresentano proprietà di attacco che anche il gioco non riesce a spiegare in modo approfondito – le liste sono disorganizzate, senza categorie o gerarchie da parlare. Il meglio che puoi fare è andare in modalità di allenamento e passare da una mossa a quella successiva. Fortunatamente, puoi scorrere i suggerimenti di attacco in diretta, durante la pratica e senza entrare ripetutamente nei menù.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *