business online

Come investire in Borsa online

La forma più semplice per investire in Borsa è quella di acquistare un’azione, ma i vantaggi del trading online sono innumerevoli visto che si può guadagnare con il trading online.

Dalla Borsa Valori alla Borsa online

C’era una volta, tanto tempo fa, un luogo chiamato Borsa Valori, unica maniera per comprare e vendere azioni e obbligazioni. Il modo migliore, e, diciamolo, anche l’unico per investire in Borsa è quello di vendere o acquistare un’azione. In questo modo si riceve l’eventuale dividendo e si ha la possibilità di guadagnare rivendendo il titolo nel futuro, qualora il prezzo salga. Ma che cosa succede se il prezzo scende? Ovviamente, si perde. Il possesso diretto di azioni è forse consigliato ai grandi investitori, che magari hanno anche la possibilità di investimento di capitali ingenti e di comprare dei consistenti pacchetti azionari, in modo da condizionare le decisioni dell’assemblea e di condizionare quindi il destino della società. non è certo il caso di chi possiede solo pochi Euro e non ha alcuna convenienza né voglia di possedere direttamente un’azione. In assemblea non conterà nulla, i dividendi ricevuti saranno irrisori e qualora le cose vadano male si ritroverà a subire perdite pesantissime, specialmente in tempo di crisi, in cui anche fabbriche e ditte famosissime vanno incontro al fallimento.  L’unica cosa da fare è non fare nulla se non vendere il titolo il più in fretta possibile per chiudere le posizioni, ma si dovrà accettare di aver buttato del denaro dalla finestra. Per fortuna, grazie a Internet e ai broker online, questi problemi sono un ricordo e si può giocare in Borsa senza perdite consistenti.

Come funziona uno strumento derivato

Conviene o no fare investimenti in Borsa? Certamente, ma con gli strumenti giusti e con solo un piccolo capitale: questi strumenti si chiamano strumenti derivati, estremamente flessibili e capaci di far guadagnare sia quando il mercato va giù, sia quando il mercato si “rialza”. Un derivato è un titolo finanziario il cui valore dipende da un altro titolo. Nel caso delle azioni, di solito conviene investire su un derivato soprattutto  perché si guadagna sia quando il titolo sale sia quando il titolo scende, ovviamente prevedendo in maniera opportuna il trend. Esistono moltissimi tipi di derivati, ma per il piccolo investitore conviene scegliere due tipologie: i CFD o le opzioni binarie. I CFD consentono un trading più flessibile in quanto sono titoli che replicano in maniera esatta il valore dell’azione sottostante. Tuttavia questa flessibilità implica anche che il trading è più complesso.

Cosa sono le opzioni binarie

Le opzioni binarie sono veramente molto semplici e sono in effetti lo strumento favorito da coloro che cominciano per la prima volta a giocare in Borsa. Clicca per trading online, ma prima di buttarti a capofitto, finisci di leggere per capire bene le opzioni binarie: inizialmente, queste erano un prodotto finanziario di nicchia, utilizzato principalmente da istituti di credito, broker, intermediari, e così via. Solo dal 2008 vengono rese accessibili a tutti, anche ai principianti, grazie soprattutto alle istanze del Comitato Clearing Opzioni (OCC), e all’intervento della US Security Exchange Commission (SEC). In sostanza, si tratta di un investimento sull’andamento del prezzo di una materia prima come l’oro, di un’azione di una società quotata, di un indice di borsa, ad esempio il Nasdaq, il Dax, e di una coppia di valute, come la coppia Euro/Dollaro, e anche sulle criptovalute, come ad esempio Bitcoin o Ripple. È importante sottolineare che le opzioni binarie sono strumenti di trading più sicuri, se regolamentate da CySEC, ma che anche in questo caso non si è esenti da rischi di perdita del capitele: quindi, meglio investire moderatamente e con criterio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *