Emanuela Titocchia Mattino 5

Emanuela Titocchio, la frase shock di cui tutti parlano

Ospite a Mattino 5, Emanuela Titocchio ha scatenato un polverone sui social per una frase probabilmente fraintesa, ma comunque davvero equivoca e forte.

Nel corso della parte della trasmissione dedicata alla vicenda di Prato (la relazione tra una insegnante di 35 anni e un ragazzo di 14 anni), l’attrice, famosa per la trasmissione Centovetrine, ha infatti raccontato di avere un rapporto speciale con un adolescente.

Questo rapporto particolare è stato introdotto da Federica Panicucci che ha raccontato: “C’è una cosa che mi ha stranito un po’ Emanuela. So che hai un rapporto particolare con un ragazzino che aveva 11 anni quando lo hai conosciuto”.

La donna ha risposto così: “Per me è difficile parlare di questa cosa perché il limite è sempre molto sottile. Mi sono sentita dire cose spiacevoli e pesanti. Il mio parrucchiere è di Napoli. Ho conosciuto la moglie e ho conosciuto il figlio. Mi sono innamorata di questo ragazzino, in un certo senso. Quando vado giù in vacanza dormiamo insieme. Quello che mi piace di più è il fatto che io stia benissimo con lui. Non c’è alcuna complicazione”.

La Panicucci la incalza, dicendo che dietro le quinte la donna l’ha definito come suo uomo ideale.
E lei risponde: “Sì, mi piacerebbe fosse così perché è pieno d’amore, mi dà tantissimo, con lui sto benissimo. È piccolo, lo so, e per me è difficile parlarne. Mi sono confrontata anche con sua madre e loro sono tranquilli”.

Poi continua: “Da quando ho sentito dire certe cose da lui che riguardano la sfera sessuale, ho evitato di andare da loro. Parla di questo argomento come un adulto. È molto difficile da spiegare, però lui non mi vede in quel modo. Mi parla delle sue fidanzate, ma lui sa tutto, quando ne parliamo mi rendo conto che sa tutto di sesso. Non so perché ne parli con me, ne parla con tutti”.

La vicenda ha lasciato perplessi gli spettatori della trasmissione, tanto da spingere Mediaset a cancellare il video dell’intervista dal web.

La vicenda, di sicuro non è destinata a finire qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *