Disturbi oculistici da schermo: in aumento le persone colpite

La sindrome da stanchezza cronica da schermo è una condizione risultante dalla messa a fuoco degli occhi su un computer o un altro dispositivo di visualizzazione per periodi prolungati e ininterrotti. Alcuni sintomi di tale condizione comprendono mal di testa, vista offuscata, dolore al collo, stanchezza, maggiore sforzo nella vista, occhi asciutti, occhi irritati, visione doppia, vertigini, poliopia e difficoltà a rifocalizzare gli occhi. Questi sintomi possono essere ulteriormente aggravati da condizioni di illuminazione scorrette, vale a dire luci di luce o illuminazione luminosa o aria che si muove oltre gli occhi, ad esempio spifferi o aria diretta da un ventilatore.

Secondo uno studio del National Institute for Occupational Safety and Health, oltre il 90% delle persone che lavorano ai videoterminali sono affetti da sindrome di stanchezza cronica da schermo.

L’occhio secco è un grave sintomo, ma anche il primo ad essere curato con la terapia. L’uso di soluzioni artificiali da banco può ridurre gli effetti dell’occhio secco in caso di comparsa del problema.

I sintomi astenici nell’occhio sono responsabili di gran parte della gravità della sindrome. È opportuno riposare correttamente l’occhio e i muscoli per alleviare il ceppo associato. Gli slogan per diffondere la consapevolezza di dare riposo agli occhi mentre si lavora su computer si sono sprecati, ma sembrano non aver sortito alcun effetto, quando basterebbe cambiare la propria routine con piccoli gesti, come chiudere gli occhi ogni tanto (questo aiuta a rigenerare il rivestimento di lacrima) e guardare fuori dalla finestra ad un oggetto lontano o al cielo, che aiuta il riposo dei muscoli ciliari. Una delle regole più conosciute è la 20-20-20: ogni 20 minuti, concentrare gli occhi su un oggetto a 20 metri di distanza per 20 secondi. Soluzione Online, inoltre, fornisce alcuni utili consigli per riposare gli occhi.

La diminuzione della capacità di messa a fuoco è attenuata indossando una piccola coppia di occhiali da vista (+1.00 a +1.50) con più potenza (+1.00 a +1.50). Indossare questi occhiali aiuta questi pazienti a ritrovare la loro capacità di concentrarsi su oggetti vicini. Le persone che si occupano di altre professioni, come i sarti impegnati in ricami, possono sperimentare sintomi simili e possono essere aiutati da questi occhiali.

Uno studio di ricerca condotto da un gruppo di Pacific University di 36 partecipanti ha rilevato significative differenze di irritazione o di bruciore degli occhi, di lacrimazione eccessiva o di occhi acquosi, di occhi asciutti e di occhi stanchi, che sono stati migliorati filtrando le lenti rispetto agli obiettivi del placebo, notando in uno studio nel 2008, la stessa squadra non era in grado di riprodurre i risultati del primo studio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *